Crea la tua vacanza


Fauna e Natura


Le Valli di Comacchio nacquero intorno al X secolo a causa dell’abbassamento del suolo e dell’impaludamento della zona costiera. Il territorio si estende attualmente per oltre 13.000 ettari, da Comacchio al fiume Reno. Si tratta di un complesso lagunare e palustre che copre quattro valli: Lido di Magnavacca, Fossa di Porto, Campo e Fattibello.


Pochi chilometri a nord, sempre nel territorio di Comacchio, si trova la Valle Bertuzzi. Le valli sono tra le zone umide e più estese in Italia.


La presenza dell’acqua e del grado di salinità rendono le Valli di Comacchio una zona unica ed estremamente ricca di nutrimento per gli animali, tanto da accogliere la più grande varietà di specie in Italia (circa 300).


E’ facile avvistare lo Svasso Maggiore; il Gabbiano Comune, Roseo, Corallino e il Beccapesci, Moretta Grigia e la Volpoca; il Cavaliere d’Italia, oltre alla Pernice di mare, che è una specie molto rara; anatre folaghe (circa 1/3 di quelle censite in Italia), i Germani Reali e i Moriglioni (75% degli esemplari); tra i rapaci i Falchi di Palude e l’Albanella minore; l’Airone Bianco maggiore, l’Airone Cenerino, la Garzetta e l’Airone rosso. Essendo valli ricchissime di pesce, non può mancare il Cormorano.


Tra tutte queste specie, le valli sono state impreziosite dalla presenza dei fenicotteri rosa, che sostano nei pressi delle saline: nel 1998 ne sono stati censiti più di 400 esemplari.


La valle è il luogo ideale per praticare l’itticoltura durante il passaggio dal mare all’entroterra: a Comacchio la protagonista della pesca è senza dubbiol’anguilla, catturata con il singolare strumento chiamato lavoriero, ma sono presenti anchebranzini (o spigole), sogliole, cefali e orate. L’elevata salinità rende difficile la vita della flora nelle valli. Così, la flora delle valli è profondamente diversa da quella dei territori circostanti. Sui fondali fangosi e sabbiosi crescono alghe (Ulva rigida e Valonia) e sui dossi sono diffusi la Salicornia, che in autunno assume la colorazione tipica di rosso intenso, la Salsola, che è commestibile e da cui si ricavava per incenerimento la soda, giunchi marittimi, la quercia, il pino domestico, il faggio, la canna palustre, la Tamerice e il Limonio.

Le valli sono luoghi privilegiati per passeggiate lungo le rive, escursioni in battello e attività di birdwatching.


Argomenti correlati

Il fenicottero
Il fenicottero
Le Valli di Comacchio sono senza ombra di dubbio impreziosite dalla presenza dei fenicotteri rosa, che un tempo erano numerosi, ma che da diversi anni non si fermano più a Comacchio. Già da qualche ...
L'anguilla di Comacchio
L'anguilla di Comacchio
Racchiuse tra il Po, il Reno e l’Adriatico, le Valli di Comacchio sono una zona umida importantissima dal punto di vista ecologico, ma anche un singolare esempio d’integrazione tra ambiente natura...






Be Social!

Media

Gallery
deltacommerce


Informativa estesa sull'uso dei cookies