Crea la tua vacanza


La sagra dell'anguilla


Da sempre l'anguilla ha eletto l'ambiente umido e salmastro delle valli come suo rifugio ideale, e da sempre Comacchio ha trovato in essa una delle sue principali fonti di sostentamento e di sfruttamento economico.

È possibile partecipare a escursioni che vi porteranno a visitare i canali dove ancora oggi sono presenti i famosi "lavorieri", sistemi di cattura un tempo di canne e oggi perfezionati con nuovi materiali da cui sono prelevate poi per essere selezionate e conservate dapprima vive in vasche o in grossi cesti immersi (le bòlaghe), quindi tagliate, arrostite e immerse in salamoia di aceto e sale per essere confezionate e commercializzate.

Altrettanto interessante sarà poi visitare i laboratori artigianali in cui le anguille vengono marinate e vendute al dettaglio. E poi, ovviamente, concludere le proprie escursioni in uno dei tanti ristoranti presenti in tutto il Parco del Delta dove potrete assaggiare uno dei 48 differenti piatti di anguilla.

Per il Basso Ferrarese, e per Comacchio in particolare, l’anguilla non è solo un prelibato attore in cucina, ma è soprattutto un importante fattore economico e sociale, perché è proprio in questo paesaggio, che l’anguilla trova da secoli il suo rifugio. In questo ambiente umido, un tempo ostile alle genti che vi abitavano, l’anguilla è divenuta la principale fonte di sostentamento, capace di creare sviluppo economico e ricchezza e continua ad essere pescata seguendo tecniche antiche che sfruttano le maree autunnali e il naturale richiamo ch’esse esercitano sulle anguille mature.

Da una lavorazione artigianale con lunghi spiedi di anguille messi ad arrostire di fronte a enormi camini, si è passati oggi a un livello industriale con tecniche più consone alle esigenze dell’ampio mercato cui il pesce viene destinato.

L’anguilla resta una specialità tipica comacchiese, da gustare ogni anno durante la tradizionale Sagra dell’Anguilla i primi due fine settimana di ottobre, passeggiando tra i canali, attraversando ponti storici, si rivivranno antiche tradizioni, degustando sapori unici. La sagra è arricchita da stand gastronomici, orchestre da ballo e bande musicali, teatro di strada e animazione per i bimbi, mostre, convegni, escursioni in barca sia nel centro storico che nelle valli di Comacchio, mercatino dell’artigianato, manufatti artistici e collezionismo.

Il principale aspetto dell’evento è la degustazione di prelibati piatti a base di anguilla e di pesce di mare e di valle, preparati dai marinai di Comacchio presso l’attivissimo stand gastronomico ubicato nel cortile di Palazzo Bellini, adiacente al ponte Trepponti. I ristoranti del territorio creano, invece, un circuito gastronomico che rivisita in chiave moderna i piatti a base di anguilla (se ne contano ben 48!) e altre specialità locali.

Di sicuro interesse saranno le visite guidate del centro storico a bordo delle tipiche imbarcazioni lagunari chiamate “batane” e le escursioni negli ambienti naturali del Parco del Delta del Po, in barca, a piedi e in bicicletta. Ampio spazio ha il mercatino di strada che, occupando le vie principali della città, accoglie artigiani, hobbisti, antiquari e collezionisti, senza dimenticare i prodotti tipici del territorio. La Sagra dell’Anguilla (parte integrante del “Circuito enogastronomico del Delta: antichi sapori tra la terra e il mare”) anima ogni anno il centro storico cittadino e, i canali, il Loggiato dei Cappuccini e la Manifattura dei Marinati saranno la scenografia a percorsi culinari, stand ed eventi.







Be Social!

Media

Gallery
deltacommerce


Informativa estesa sull'uso dei cookies