Crea la tua vacanza


La Storia di Comacchio raccontata da...

Comacchio mia...


COMACCHIO MIA

 

Era il tramonto.

…Quando ammainata la vela mi spinsi , a forza di remi verso terra …

Percorsi l’argine di un canale,traversai un ponte, poi un secondo .

Mi trovai in uno strano e caratteristico labirinto di canali e calli…

Sentii palpabile il silenzio di Comacchio.

Vidi un agile battello scivolare in lontananza e vidi la sequenza di case che si riflettevano col pallore del crepuscolo,nell’acqua del canale.

Ebbi la sensazione di una voce antica che mi parlasse dal silenzio.

Era l’anima più intima del luogo che mi si rivelava in quell’ intreccio di case,di acqua e di cielo .

Ecco Comacchio la pallida , ell’ era tutto in quel suo piccolo cuore.

Udii il fremito di due zoccoli e contro il cielo si delineò la figura di una giovanetta .

La luna a picco dal ponte gettava nelle acque un balenio di innumerevoli stelle…

 

A. Beltramelli 1905








Be Social!

Media

Gallery
deltacommerce


Informativa estesa sull'uso dei cookies